Violino barocco con corde in budello e Sol filato

Si propongono qui due set per violino barocco: uno seicentesco e uno settecentesco.

Il primo prevede come cantino una Ritorta di Salle, come La un Cantino di Napoli, come Re un Cordoncino di Roma e come Sol un Cordone Cordedrago, ossia una corda in budello nudo, dato che l'invenzione delle corde filate in argento risale al più presto al 1659, ma ha avuto ampia diffusione solo nel '700 inoltrato (nella prima metà del secolo si usavano ancora Sol in budello nudo).

Nel set settecentesco le prime tre corde sono identiche, ma è stato previsto un Sol Filato in argento.

Optando invece per un ordine personalizzato, cliccando sui tasti "aggiungi al carrello" del menu "Prezzi", si possono selezionare per il cantino altre tipologie di corde, come una resistente Minikins, in budello d'agnello "spaccato", o un Cantino di Napoli, sicuramente il migliore come sonorità, ma che si consiglia soprattutto per registrazioni o studio personale, perché non si può garantire al 100% la sua resistenza alla rottura, soprattutto in caso di concerto, essendo sottoposto a stress dovuto al cambiamento di condizioni climatiche (per questo si consiglia sempre di abbassarlo di un tono quando non si usa lo strumento); nel caso del Sol, con montatura seicentesca, si può optare anche per un Cordone di Roma, corda "filologica", perché riproduce la tecnica descritta in una fonte coeva (rimane un ricordo dell'uso in antico di un Cordone come Sol nel trattato del Galeazzi del 1791, che chiama ancora così la filata in argento in uso alla sua epoca), o una Appesantita in Rame.

Set proposti:

Violino barocco con montatura seicentesca

Tensione corde
Calibri corrispondenti alle varie tensioni

 

 

Violino barocco con montatura settecentesca 

Tensione corde
Calibri corrispondenti alle varie tensioni

 

Il sito utilizza cookie per l'analisi degli accessi al sito (Google Analytics). Acconsenti all'uso dei cookies?
Vedi la Cookie Policy No