Liuto a 7 ordini con corde in budello del tipo Cantino di Napoli, Catlines di Bologna e Rosse di Pistoia per i bassi

Le corde in budello per la famiglia del liuto vanno differenziate in base ai vari registri acuto medio e basso, come testimoniano le fonti storiche, in particolare Thomas Mace e John Dowland, che distinguono varie sorts, ovvero tipologie di corde, che si ripropongono come segue.

Per i cantini si consiglia di utilizzare le Ritorte di Salle, oltre che per le ottave inferiori a 66 centesimi di calibro, per le doti di resistenza alla trazione di tali corde e per il loro costo contenuto.

Per il registro acuto e medio e per le altre ottave si consigliano le Minikins, ovvero le corde di Monaco di Baviera, già celebri nel '500 per la loro qualità e resistenza, ovvero Cantini di Napoli, che sono più morbidi e sonori ma leggermente meno resistenti.

Per le corde basse si possono usare i Cordoncini di Roma fino a 130 di calibro e oltre i Cordoni di Roma; purtroppo, per ragioni sanitarie, non posso vendere le Rosse di Pistoia, ma si possono usare in alternativa per i bassi le Appesantite in Rame.

Per stabilire il calibro delle corde (o il diametro budello equivalente per ordinare le corde filate e demi-filée) o calcolare la spaziatura dei legacci sulla tastiera si consiglia di installare l'ottimo calcolatore di corde di Paul Beier, veramente semplice da usare e molto versatile.

Una volta stabiliti i calibri necessari e le tipologie di corde più adatte, si possono usare i tasti "aggiungi al carrello" del menu "Prezzi" per completare l'ordine, oppure si può inviare una mail con la lista dettagliata.

Nel caso di tratte lunghe per i bordoni si consiglia di fare esclusivamente un ordine via mail con indicazioni precise relative alla lunghezza delle corde necessaria, oltre al loro calibro e tipologia.

 

Il sito utilizza cookie per l'analisi degli accessi al sito (Google Analytics). Acconsenti all'uso dei cookies?
Vedi la Cookie Policy No