Catline di Bologna, corda in budello caratterizzata da torcitura regolare e liscia anche senza levigatura

Le Catlines di Bologna dal 2018 escono di produzione, perché vengono unificate con i Cantini di Napoli: entrambi i tipi di corda sono infatti realizzati con budelli finissimi di agnello rigorosamente interi, ossia non tagliati in strisce.

Per la verità le catlines, come si dirà sotto, erano probabilmente commesse in maniera più raffinata rispetto alla torcitura semplice, tipica dei Cantini di Napoli, ma si è constatato, con la collaborazione di amici musicisti, che tale commettitura non cambia sensibilmente le qualità acustiche della corda, e quindi si preferisce semplificare il lavoro, abbreviando i tempi di realizzazione della corda e i suoi costi anche per il cliente.

Storicamente le catlines erano corde che, secondo la testimonianza di Thomas Mace, avevano la caratteristica di essere ben commesse e lisce anche senza levigatura, grazie alla tecnica di torcitura con cui erano realizzate, e per Mace erano adatte al registro medio o anche basso (nella versione Rosse di Pistoia); per Dowland erano adatte al registro basso.

Non si tratta pertanto sicuramente di quelle che sono definite erroneamente da alcuni studiosi o cordai "Catlines" o "Venice Catlines" in seguito ad un'ipotesi del Segerman, che sono ritorte come spaghi di canapa e appaiono estremamente rugose se non rettificate (sono i nostri Cordoncini di Roma), ma di corde con una particolare torcitura esclusiva di Cordedrago, che si presentano perfettamente lisce e regolari anche senza levigatura. Grazie inoltre ad un particolare procedimento tecnico, è possibile rifinire superficialmente tali corde rendendole perfettamente lisce e cilindriche senza alcuna asportazione di materiale.

E' probabile che la tipologia di corde descritta sia stata inventata a Bologna - il più grande centro per la filatura della seta nel '500/'600 - perché Dowland testimonia che le Catlines venivano prodotte in tale città e poi, tramite Venezia, esportate nei principali mercati europei.

Le catlines sono adatte in particolare al registro medio (a quello basso solo nella versione Rosse di Pistoia) di Violino barocco, violaviola da gamba, oud, liuto, arciliuto, chitarrone o tiorba e chitarra barocca, chitarra romantica e strumenti medioevali ed etnici.

Il sito utilizza cookie per l'analisi degli accessi al sito (Google Analytics). Acconsenti all'uso dei cookies?
Vedi la Cookie Policy No